'Lei è la ragazza che all'ingresso della scuola, dove stanno tutti i ragazzi, abbassa la testa e spera di passare invisibile. Ma in realtà vorrebbe essere considerata. Lei è la ragazza che nega di star male e maschera un sorriso. Ma in realtà sta urlando aiuto e nessuno la sente.
Lei è la ragazza che si odia, odia il suo corpo. Ma in realtà vorrebbe piacersi, almeno minimamente.
Lei è la ragazza che, se viene presa in giro, ride. Ma in realtà dentro muore pian piano.
Lei è la ragazza che vedete. Ma non è cosi.’